+39 (0)331 772410 - 797955 info@interfluid.it

Unità portatile caricamento ossigeno

Il sistema è progettato per trasferire e caricare direttamente dalle bombole o da un sistema di generazione ossigeno (pressione minima d’ingresso 20 bar – 300 psi) fino a 328 bar (3450 psi) a valle.
L’unità garantisce la pressurizzazione a valle da 124 (1800 psi) a 238 bar (3450 psi) anche nel caso di una caduta di pressione a monte pari a 20 bar (300 psi).

L’unità può essere azionata:
manualmente, usando la leva a mano integrata;
con aria compressa di rete (utilizzo da 115 (4 scfm) a 170 nl/min (6 scfm));
– con aria compressa o azoto regolati dalla bombole (SCUBA, SCBA) ad alta pressione.
Massima pressione aria compressa 10 bar (150 psi).

La sezione di alta pressione del supressore è raffreddata mediante l’aria compressa, secca e non lubrificata, espulsa dal motore pneumatico.
Il gas non contaminato in mandata è assicurato da un distanziale completo di doppia premistoppa e porte di scarico.
Tutti i componenti (valvole e manometri) sono montati a pannello all’interno della valigia a tenuta stagna, completa di ruote e di maniglia retraibile.

Perchè utilizzare un booster ad azionamento pneumatico?

Purezza del gas
La maggior parte dei gas usati per un’utilizzo industriale, per la ricarica delle bombole impiegate in ambito diving ed emergenziale/ospedaliero (BLS, protezione civile, VVFF, ecc.) devono essere puliti e resi secchi per non comprometterne severamente l’impiego.
Rientrano tra questi gas: l’ossigeno (O2), l’argon (Ar), l’anidride carbonica (CO2), l’elio (He), l’idrogeno (H2), il neon (Ne), l’azoto (N2), il protossido di azoto (N2O) e l’aria respirabile. In questi casi, tutti i mezzi usati per trasferire gas o incrementare la pressione devono
essere completamente secchi e privi di qualsiasi lubrificante. I booster ad azionamento pneumatico soddisfano appieno questo requisito. In aggiunta, la lubrificazione della parte aria non è richiesta; la lunga durata delle guarnizioni è infatti garantita dall’azione di raffreddamento con aria fredda espulsa dal motore.

Alta pressione in mandata
La maggior parte dei compressori meccanici per gas possono raggiungere i 345 bar (5000 psi)/410 bar (6000 psi) di pressione in uscita.
Le unità meccaniche che raggiungono oltre 410 bar (6000 psi) sono rare e costose. Quando la purezza del gas è un requisito fondamentale, è necessaria l’installazione di un‘unità di depurazione ad alta pressione per eliminare il lubrificante dei pistoni alta pressione. I booster pneumatici non sono soggetti a questi difetti e sono più adatti per le applicazioni ad alta pressione. I booster di questa serie sono esenti dalla presenza di idrocarburi e disponibili da 3,5 bar (50 psi) fino a 2069 bar (30000 psi).

Caicamento direttamente dalle bombole ad alta pressione
Il compressore meccanico non può essere alimentato alla pressione delle bombole industriali standard. La pressione in aspirazione deve essere ridotta, generalmente ad una pressione molto vicina a 0 bar/psi, creando un dispendio costoso di energia. I booster invece non hanno questa limitazione, aumentando e semplificando l’efficienza delle applicazioni con gas ad alta pressione.

Richiesta d'offerta 

Brochure mini gas booster per ossigeno HI

thumbnail of HII GAS BOOSTER MINI GB504A